Home / Senza categoria / MASTER sulla FOOD INNOVATION a Reggio Emilia

Cibo, tecnologia e innovazione: questi i contenuti del Master promosso da Università degli Studi di Reggio Emilia, Institute For The Future di Palo Alto, Future Food Institute , con Reggio Emilia Innovazione.
Parte la  prima edizione del Master in Food Innovation, dedicato a studenti italiani e internazionali che prenderà il via nel marzo 2015 per finire a novembre. Un impegno full time suddiviso tra parte teorica e laboratori, seguiti da docenti, opinion leader e imprenditori provenienti da tutto il mondo e che oggi rappresentano i maggiori esperti in tema di cibo e innovazione. ” Mappare le tecnologie critiche per plasmare l’agricoltura, la distribuzione alimentare, la vendita al dettaglio e il consumo – con particolare riguardo alla sicurezza degli alimenti, la socialità e il controllo; diffondere e sviluppare innovazioni radicali nel settore; alimentare secondo le linee individuate dal framework “Seeds of Disruptions” dell’Istitute for the Future di Palo Alto, sono solo alcuni degli obiettivi del nuovo Master che unisce food ed innovazione. ”
Il cibo sostiene, nutre e collega gli uni agli altri. Il cibo non è solo un mezzo per costruire relazioni, connette le persone attraverso gli oceani, le culture e le economie in modi sempre più complessi. Un’abbondanza nella rete alimentare globale coesiste con un sistema pericolosamente squilibrato, dove il numero di persone che soffrono la fame e le persone con gravi problemi d’obesità convivono. Potenziali problemi poi, come la prospettiva di scarsità di acqua e di energia, minacciano di erodere ulteriormente la sicurezza alimentare e la sostenibilità sociale e ambientale del sistema. E’ questa complessità una delle maggiori sfide per l’umanità, una complessità che viene da sempre affrontata attraverso l’innovazione: dai primi esperimenti con la cottura all’evoluzione dei metodi agricoli, dagli impianti più recenti di refrigerazione fino agli sforzi per creare strumenti e tecnologie altamente innovative. ” Partendo da marzo per arrivare fino a novembre 2015, con alla base queste tematiche e la richiesta di un impegno full time agli studenti.
Tra i docenti di fama internazionale ci sarà Caleb Harper founder del progetto MITCityFarm o Marina Gorbiz di Institute For The Future, opinion leader ed imprenditori di successo provenienti da tutto il mondo, ispirati a Reggio Approach, il noto approccio sviluppato a Reggio Emilia che permette e sviluppa lacreatività e l’interesse nell’apprendimento. La seconda fase del master si basa su laboratori della
durata di 5 mesi sviluppati nell’”officucina”, un maker space creato ad hoc per il Food Innovation Program. In questa fase verranno creato prototipi innovativi di prodotti o servizi sulla base di challenge lanciate dalle aziende partners. Foresight engine e hackathon coinvolgeranno gli studenti, la cittadinanza e le imprese in esperienze disruptive durante tutto il periodo di EXPO 2015. E’ questa fase la più articolata: 5 mesi di laboratorio incubati ad EXPO in cui gli studenti, sovvertendo i paradigmi correnti, potranno contribuire all’innovazione dei grandi temi proposti e costruire un circuito di retroazione positivo verso la società. ” Cosa mangeremo tra vent’anni? Come produrremo il cibo? A queste ed altre domande risponderà quindi il food innovation program che sarà diffuso dai media partner su scala nazionale e internazionale come una serie tv, una mini-serie online e sarà disponibile su una piattaforma di e-learning dedicata.
Programma del Master

INTERVISTA all’Arch. Francesco BOMBARDI del FabLab di REI su RAI-EXPO

 

expo