Home / Trasferimento tecnologico / Bando Servizi Innovativi nelle PMI 2019

Bando a sostegno delle piccole e medie imprese impegnate in percorsi di innovazione tecnologica e diversificazione dei propri prodotti e/o servizi, con l’obiettivo di accrescere la quota di mercato o di penetrare in nuovi mercati. L’intervento mira in particolare a sostenere quelle imprese che necessitano di acquisire all’esterno i servizi innovativi necessari e le competenze per completare, anche dal punto di vista manageriale, i processi di innovazione per la loro introduzione sul mercato.
Saranno considerate con particolare favore le innovazioni a carattere intersettoriale e interdisciplinare.
I progetti dovranno contribuire all’attuazione della Smart Specialization Strategy.

| BENEFICIARI
Possono presentare domanda le PMI, nella forma di società di capitali, società di persone (sono escluse le società semplici e quelle che utilizzano la contabilità semplificata), società consortili nella forma di società di capitale.
Le società cooperative sono ammissibili solo se riconducibili alle seguenti tipologie: produzione e lavoro; edilizia; cultura – turismo – spettacolo – editoria, le cooperative sociali di tipo B.
La società proponente deve avere sede operativa, in termini di unità locale produttiva in cui si svolge il progetto, in Emilia-Romagna e il bilancio 2018 deve risultare approvato e depositato.

| TERMINI DI PRESENTAZIONE
L’invio della domanda di contributo potrà essere effettuato a partire dalle ore 10.00 di lunedì 18 novembre 2019 fino alle ore 13.00 di mercoledì 18 dicembre 2019.

| CARATTERISTICHE DEI PROGETTI
È possibile la presentazione di progetti di innovazione rispondenti ai seguenti requisiti:
▪ Costo minimo € 20.000,00;
▪ Costo massimo € 80.000,00.
I progetti dovranno iniziare a partire dal 01/04/2020 e terminare entro il 30/11/2020, con la possibilità di
chiedere una proroga al 31/12/2020.
I progetti devono prevedere almeno una delle seguenti azioni:
a) l’ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi;
b) la loro significativa ridefinizione tecnologica e funzionale in senso innovativo;
c) l’introduzione di contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di modificare in modo
sostanziale il rapporto con clienti e stakeholders;
d) la ricaratterizzazione dei prodotti e dei servizi verso le esigenze di sostenibilità ambientale, inclusione e
qualità di vita, cultura e società dell’informazione.
Non sono ammissibili progetti finalizzati alle modifiche di routine o alle modifiche periodiche. Non sono
altresì ammessi progetti riguardanti innovazioni di carattere estetico o di semplice ampliamento della varietà.

Fonte e bando