La Regione Emilia-Romagna ha appena pubblicato un bando per sostenere progetti di ricerca e innovazione per lo sviluppo di soluzioni finalizzate al contrasto dell’epidemia da COVID-19.

Il 27 aprile si apre lo sportello per presentare richieste di contributo per PMI, Grandi Imprese, Laboratori.

Oltre ai dispositivi medici e di protezione individuale, l’innovazione può riguardare attrezzature, prodotti, servizi, trattamenti, soluzioni tecnologiche ed organizzative che riducano il rischio i contagio, aumentino la sicurezza sui luoghi di lavoro e pubblici; è finanziabile anche la ricerca e sviluppo di prodotti che favoriscano la riconversione industriale.

In sintesi (per approfondimenti, vedi qui Bando Regione ER)

  • Bando a sportello per un totale di 5.000.000 di Euro;
  • Costo totale ammissibile dei progetti da 10.000 a 150.000 Euro;
  • Aperto a Piccole, Medie e Grandi Imprese ai sensi della vigente normativa, con sede legale o unità locale produttiva all’interno del territorio emiliano-romagnolo. Debbono essere attivate collaborazioni con Università o enti ricerca della Rete Alta Tecnologia  (Fondazione REI può indirizzare l’impresa per individuare le competenze adatte al progetto);
  • Aperto anche a Laboratori di ricerca accreditati dalla Regione Emilia-Romagna  (tra cui ReiLab);
  • Durata progetti 6 mesi;
  • Aperto con “procedura valutativa” a sportello, aperto dal 27/04/2020 al 30/06/2020 salvo esaurimento delle risorse;
  • Contributo massimo erogabile è pari all’ l’80% del valore dell’investimento approvato per un massimo di 120.000,00 euro.

Vista l’emergenza, la valutazione seguirà l’ordine cronologico di presentazione delle domande, che raggiungano un punteggio minimo in base ad indicatori di qualità e sostenibilità del progetto.

Se si ritiene di avere l’idea e il progetto giusto, conviene quindi muoversi immediatamente, per presentare la domanda già il 27 aprile 2020.