Home / Trasferimento tecnologico / 13/12/19_L’ Agricoltura guarda al futuro con ISOBUS

Workshop focalizzato su ISOBUS, lo standard di comunicazione che connette trattore e attrezzo con modalità plug & play,  può dare soluzioni non solo per lavorazioni in “campo aperto”, ma anche per lavorazioni specialistiche (Frutteto, Vigneto, etc.)

Proponiamo questo workshop a tutti i produttori di attrezzi agricoli del territorio italiano per orientare e approfondire come applicare il protocollo di comunicazione ISOBUS e trarne i vantaggi che può dare al processo.

L’evento è organizzato dalla Rete IDEAgri, nata dall’aggregazione di alcune aziende del territorio reggiano, insieme ad altri marchi del settore, per promuovere ISOBUS in collaborazione con AEF (Agricultural Industry Electronics Fundation) e Federunacoma e si suddivide in due parti: una dimostrativa all’esterno con trattori e attrezzi e una di approfondimento e testimonianze in aula.

A Reggio Emilia, presso la sede REI Lab, è presente un laboratorio ISOBUS, nato nel 2012 e accreditato da AEF nel 2015 tramite ENAMA.
Ad oggi rappresenta l’unico Laboratorio ISOBUS a livello nazionale e uno dei più attivi a livello internazionale, oltre ad essere attualmente a capo del sottogruppo del PT01, AEF physical layer.

Partecipazione gratuita con registrazione.

Agenda

09:00 Registrazione

09:15 ISOBUS e AEF – Ing. Marcello Mongiardo – AEF

09:30 ISOBUS e il futuro in agricoltura – Ing. Alessio Bolognesi – Federunacoma

09:45 Perché la certificazione ISOBUS? – Ing. Simone Zamboni – Fondazione REI

10:00 DEMO1: Installazione ISOBUS – Arag, COBO, Frandent

10:30 I trattori ISOBUS – Ing. Claudio Corsini – ArgoTractors, Ing. Marcello Mongiardo – CNHi

10:50 I componenti ISOBUS – Arag, COBO, Walvoil, Salvarani

11:20 Visione dell’attrezzista – Dott. Ezio Bruno – Frandent

11:30 DEMO2:Esito installazione ISOBUS – Arag, COBO, Frandent

12:00 Discussione Q&A

12:30 Pranzo